Consiglio Comunale

 Composizione

 

 

Sono organi di governo del Comune: il Consiglio, la Giunta ed il Sindaco.

 

Composizione.

Il Consiglio Comunale è composto dal Sindaco e da un numero di membri che varia in funzione del numero di abitanti del Comune.  Per la sua determinazione si considera la popolazione residente in base ai dati riportati dall’ultimo censimento ufficiale. Nel caso di Selargius, ad esempio, trattandosi di un Comune con più di 25.000 abitanti, i Consiglieri sono 24.

Durata in carica.

Il Consiglio Comunale resta in carica per cinque anni, ed il mandato inizia a decorrere dalla data di elezione. Al fine di garantire la continuità della funzione pubblica, nel periodo di tempo che intercorre tra la data di pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali alla data di elezione del nuovo Consiglio, opera la cosiddetta prorogatio dei poteri del Consiglio uscente. Tuttavia quest’ultimo deve limitarsi a compiere solo ed esclusivamente atti urgenti ed improrogabili di ordinaria amministrazione.

Funzionamento.

Il funzionamento del Consiglio è disciplinato da un apposito regolamento, che deve essere approvato a maggioranza assoluta. Il Testo Unico degli Enti Locali (d. lgs. 267/2000 e successive modificazioni e integrazioni) prevede che il regolamento consiliare debba avere un contenuto minimo, ovvero che disciplini:

  • Le modalità per la convocazione del Consiglio Comunale
  • Le modalità per la presentazione delle proposte di deliberazione e per la loro discussione
  • Il numero dei consiglieri necessario ai fini della validità della seduta (il c.d. numero legale o quorum strutturale).

Attribuzioni.

Il Consiglio è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del Comune ed ha competenza esclusiva relativamente ad alcuni atti fondamentali per la vita dell’ente, minuziosamente elencati nel T.U.E.L.

Il Consiglio Comunale è un organo:

  • Rappresentativo dell’ente, in quanto impegna il Comune mediante atti che promanano dalla sua volontà e che hanno rilevanza esterna;
  • Collegiale in quanto, seppure composto da più persone fisiche, costituisce un centro unitario di poteri dell’ente;
  • Con funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo.


Il Presidente del Consiglio.

I Consigli Comunali dei Comuni con popolazione superiore ai 25.000 abitanti (come Selargius, che ne ha quasi 30.000) sono presieduti da un Presidente, che viene eletto tra i consiglieri durante la prima seduta del Consiglio.

Al Presidente del Consiglio sono attribuiti il potere di convocazione e direzione dei lavori  e delle attività del Consiglio. Egli è inoltre tenuto ad assicurare una adeguata e preventiva informazione sulle questioni sottoposte al Consiglio sia ai singoli consiglieri che ai gruppi consiliari.

Quando richiesto da un quinto dei consiglieri o dal Sindaco, il Presidente è tenuto a riunire il Consiglio, entro un termine non superiore a venti giorni ed inserendo nell’ordine del giorno le questioni richieste. Il regolamento consiliare disciplina nel dettaglio i compiti del Presidente, che è tenuto ad assumere comportamenti neutrali rispetto alle forze politiche presenti all’interno dell’Assemblea: egli, infatti, non è legato da un rapporto di fiducia col Sindaco, la Giunta o la maggioranza, pertanto la sua revoca può avvenire solo per ragioni di carattere istituzionale.

Le Commissioni Consiliari.

Quando lo Statuto lo preveda, il Consiglio Comunale può avvalersi  di Commissioni costituite nel proprio seno secondo il criterio proporzionale. I poteri, la composizione ed il funzionamento delle Commissioni sono disciplinati dallo Statuto e dal regolamento Consiliare. È essenziale che, all’interno delle Commissioni, venga rispettata, per mezzo del criterio proporzionale, la composizione delle forze politiche presenti in Consiglio.

Possono essere istituite diverse tipologie di Commissioni:

  • Commissioni Permanenti, che hanno lo scopo di semplificare e velocizzare le procedure di approvazione, con competenze limitate a determinate materie. 
  • Commissioni Speciali, finalizzate allo studio di specifiche problematiche;
  • Commissioni di Indagine, che hanno il compito di vigilare sull’operato dell’Amministrazione.